0171.385384

» L'ampolla di Asclepio - Dipendenze

La dipendenza psico-emotiva in M.T.C.

di Enrico Colmi, medico chirurgo ed esperto di Medicina Tradizionale Cinese

UN NUOVO TIPO DI APPROCCIO ATTRAVERSO LA MEDICINA TRADIZIONALE CINESE

N.B. Non affronteremo in questa discussione l'argomento della "dipendenza fisica" in senso stretto, cioè la dipendenza specifica da una determinata sostanza, colle problematiche legate all'assuefazione ed alla disintossicazione. Questa necessita di trattamento medico specifico: solitamente l'approccio è più semplice ed i risultati migliori nei confronti della dipendenza psico-emotiva.

 

PREMESSA E DEFINIZIONE

Le dipendenze possono essere esaminate ed eventualmente affrontate fino alla guarigione utilizzando i principi e le tecniche della Medicina Tradizionale Cinese.

Ma, per affrontare un problema così complesso, è necessario prima conoscerlo per liberarsi da una serie di pregiudizi e preconcetti che possono limitarne un approccio obbiettivo.

Fra le innumerevoli definizioni diamo quella di Wikipedia, molto essenziale:

Per DIPENDENZA si intende una alterazione del comportamento che da semplice e comune abitudine diventa una ricerca esagerata e patologica del piacere attraverso mezzi o sostanze o comportamenti che sfociano nella condizione patologica. La persona dipendente perde ogni possibilità di controllo sull'abitudine.

IL CONTESTO SOCIALE

Spesso si tende a confondere l'uso occasionale di determinate sostanze o l'attuazione di comportamenti ritenuti inaccettabili con la dipendenza vera e propria. E' Il contesto sociale a determinare assai spesso i criteri di valutazione; ciò che viene ritenuto normale in un determinato contesto può essere inaccettabile in un contesto diverso.

Gli esempi potrebbero essere infiniti, ma quello che interessa, nel cercare una soluzione al problema, non è tanto il fatto di giudicare buono o cattivo un determinato comportamento, ma di vedere quando azioni, abitudini, attaccamenti ed atteggiamenti possono diventare patologici (ovvero portatori di sofferenza) e di trovare il rimedio adeguato.

LA DIPENDENZA: FENOMENO UNICO

In questo senso, i diversi aspetti che può assumere il fenomeno della dipendenza*, dal punto di vista dell'oggetto della dipendenza, si riducono ad un meccanismo unico dal punto di vista della dinamica psico-emotiva che sta alla base. Detto in altri termini: prima si verifica un'alterazione a livello psico-emotivo, questo stato di disagio porta ad uno stato di insoddisfazione che si cerca di colmare attaccandosi in maniera morbosa a oggetti, sostanze, comportamenti che dovrebbero sostituire la carenza originaria.

Le dinamiche che si instaurano poi nelle diverse dipendenze sono comuni e ormai ben conosciute, con numerose classificazioni; sono oggetto di studio psicologico e sociologico, ma non ci interessano in questo caso, in quanto non funzionali alla comprensione profonda ed alla risoluzione dei meccanismi che ne sono alla base.

*Il discorso vale quindi per tutte le situazioni in cui si verifica una situazione di dipendenza. Ne citiamo alcune (la classificazione è puramente indicativa):
- dipendenze da fattori fisici: droghe, farmaci, alcool, cibo, fumo, ecc.;
- dipendenze legate a comportamenti: atteggiamenti rituali, shopping compulsivo, gioco, sesso, lavoro, ecc.
-
dipendenze da fattori condizionanti esterni: televisione, internet, videogiochi, ecc.

LA DIPENDENZA. CAUSE DIVERSE

Se il fenomeno "dipendenza" può considerarsi per certi versi omogeneo, diverse possono essere le cause scatenanti e pertanto le modalità di intervento. Se ne sono occupati le varie scuole sociologiche e psicologiche, la medicina classica, le medicine non convenzionali: i risultati si sono rivelati più o meno soddisfacenti, date anche le grosse difficoltà. La Medicina Tradizionale Cinese si pone in modo del tutto particolare nei confronti del problema delle dipendenze.

LE DIPENDENZE SECONDO LA MEDICINA TRADIZIONALE CINESE (MTC)

Qui useremo il plurale "dipendenze" perché dal punto di visto eziologico (le cause) e patogenetico (le dinamiche) i meccanismi sono diversi.

I principi alla base della MTC sono già stati esposti in precedenza nell'articolo "Dolore e emozioni". Non torneremo quindi su tali principi e rimandiamo a tale articolo per una miglior comprensione.

Ma come si inserisce a questo punto il fenomeno"dipendenza"? Quando il dolore (su base psico-emotiva in questo caso) non trova sollievo e rimedio, l'individuo (a livello inconscio) compensa la mancanza ed allevia il dolore attraverso un qualcosa di sostitutivo (l'oggetto della dipendenza), che gli procura il piacere compensativo.

E' necessario quindi intervenire sulla causa primaria, individuata secondo i principi della MTC, per agire poi su quegli organi che risultano responsabili dal punto di vista energetico-emotivo, ristabilendone l'equilibrio con le tecniche proprie della MTC. Una diagnosi di tale tipo non presenta particolari difficoltà dal punto di vista della MTC e questo spiega gli ottimi risultati quando si riesce a mettere in atto gli strumenti adeguati.

METODI DI INTERVENTO DELLA MTC NELLE DIPENDENZE

E' questo forse l'elemento più critico, per le caratteristiche peculiari delle dipendenze: il soggetto quasi sempre non è disponibile e collaborativo (a livello conscio o inconscio) e non è facile realizzare un intervento contro la sua volontà. Pertanto risultano controindicati quegli strumenti che richiedono la partecipazione attiva del soggetto (restando nell'ambito della MTC la dietetica o la farmacologia cinese sono del tutto inutili, lo stesso dicasi per le tecniche fisico-energetiche, come il qi gong).

Ottimi risultati si possono ottenere con l'agopuntura e l'auricoloterapia.

L'agopuntura ha un'azione più intensa, agisce sulle cause più profonde, non va ad agire direttamente sui meccanismi della dipendenza e quindi non provoca resistenza; una difficoltà è rappresentata dai tempi lunghi del trattamento, che richiede più sedute.

L'auricoloterapia ha un'azione meno intensa, l'azione è del tipo reflessologico, ma i tempi sono più brevi e la deposizione degli aghi a dimora può essere fatto in un'unica soluzione; questo facilita la risposta positiva del soggetto. Per questo può essere considerato il trattamento di elezione delle dipendenze ed in particolare può aiutare la terapia delle crisi di astinenza.

Queste tecniche possono essere utilizzate ambulatorialmente solo per alcuni tipi di dipendenze (es. fumo, cibo, e alcuni tipi di dipendenza comportamentali) e ottengono buoni risultati soprattutto laddove domina la componente ansiogena (con l'agopuntura ed in parte l'auricoloterapia si ottengono ottimi risultati contro l'ansia). Grazie a questa azione si riduce inoltre la caratteristica reazione ansiosa del soggetto nella fase di disassuefazione e alcune reazioni secondarie. (Es. Il fumatore che quando smette di fumare diventa nervoso e tende ad ingrassare).

Risultati eccellenti (si sfiora il 100%) con l'utilizzo dei diversi metodi della MTC si ottengono inoltre in tutti i tipi di dipendenze allorchè si agisca in ambiente protetto (comunità, cliniche, case di cura, centri specializzati) dove il soggetto è in qualche modo vincolato al rispetto di regole precise. In ambiente aperto il soggetto ritrova all'esterno quelle stesse condizioni che hanno favorito la dipendenza e pertanto qualsiasi tipo di intervento è destinato all'insuccesso (salvo casi particolari in cui la dipendenza è già superata spontaneamente dal punto di vista psico-emotivo e sia richiesto solo un intervento medico di disassuefazione).

© Copyright 2019 - Tutti i diritti riservati
Edizioni Corpo Mente Spirito
P.Iva: 03111370049